LA CARICA DEI 242 MILA
23 ANNI DI OBIEZIONE DI COSCIENZA IN ITALIA
di Massimo Paolicelli
Pagine 32 - cm. 15x21 - euro 1,03 (i.i.)

Indice

Press

Sin dal lontano 1972, quando si ottenne la legge sull'obiezione di coscienza, grazie alle lotte di molti giovani che pagarono con il carcere il loro rifiuto di prestare il servizio militare. Una legge concepita come punitiva (obiezione come concessione, commissione delle coscienze, maggior durata del servizio civile e gestione affidata alla Difesa), che in questi anni è stata corretta dalla Corte Costituzionale che è intervenuta in materia ben 7 volte. La sentenza più importante è sicuramente la 164 dell'85 che ribadisce la sacralità della difesa della Patria sancita dall'articolo 52 della nostra Costituzione, ma afferma che a questa si può adempiere sia con il servizio militare che con "adeguate prestazioni di impegno sociale non armato", dando un grosso riconoscimento al servizio civile degli obiettori di coscienza.